Potenza e controllo. Un extravergine unico, di Feudo Disisa

Potenza e controllo. Un extravergine unico, di Feudo Disisa
26 Gennaio 2016 Francesco Pensovecchio

Potenza e controllo, un extravergine unico
Feudo Disisa, Monreale (PA)

A cavallo dei territori di Monreale e Alcamo, ad un’altitudine di 400-500 metri sul livello del mare, l’Azienda Agricola Feudo Disisa della famiglia Di Lorenzo si sviluppa per ben 400 ettari tra vigneto, uliveto e seminativo. Grisì è l’abitato più vicino. La storia del feudo è antica e risale al XIII secolo, un periodo nel quale la chiesa, gli arabi e i normanni condividevano con comune felicità gli stessi luoghi. Nove i vini prodotti con la consulenza dell’enologo Tonino Guzzo, tutti organoletticamente millimetrici ed estremamente piacevoli alla beva. Una menzione particolare, tuttavia deve essere fatta all’Olio Extravergine di Oliva, la cui recente raccolta (ottobre-novembre 2015) ha evidenziato una notevole qualità, oltre ogni più rosea aspettativa. L’Extravergine di oliva, raccolta 2015, da olive di varietà Cerasuola, non viene filtrato per conservare al meglio le caratteristiche di aroma, e subisce soltanto un naturale processo di decantazione. Ha un naso intenso, potente, freschissimo, con note di carciofo, foglia di pomodoro e mela verde. Equilibrata e piacevole la nota piccante. E’ un fruttato medio-intenso da usare più come salsa che come condimento.

Feudo Disisa
Via Roma, 392
90139 Palermo (PA)
Uff.: 091 6127109
Fax (uff.): 091 588557
feudodisisa@virgilio.it
www.vinidisisa.it